Perchè ci chiamiamo AS

La parola “archivio”, nel sentire comune si acco­sta unicamente ad un “posto polveroso e buio pieno di scaffali o a file informatici” e si asso­cia ad un’idea di staticità apparentemente difforme dallo spirito di attivismo, di ricerca e di discussione che deve animare una Associazione.
Ci chiederete allora perché pur consapevoli lo abbiamo scelto per caratterizzare il nome della nostra Associazione. La risposta va ricercata sul piano dei contenuti e delle tematiche che l’Associazione intende portare avanti ed in particolare nei punti che esponiamo di seguito, che danno significato e qualificano, a nostro modo di vedere, la scelta di questo nome.
L’Associazione elabora le tematiche della Salute che, come più volte dibattuto, è un concetto non definibile ma in divenire.
Si è ritenuto di associare la elaborazione di tale tematica, pur ricchissima di contenuti e di attività, ad un concetto apparentemente non dinamico quale quello di archivio” per confermare che il concetto di Salute non è definito e pertanto immediatamente raggiungibile, ma è piuttosto paragonabile a quello di Conoscenza, cui si può tendere ed avvicinarsi per gradi successivi, senza mai pervenire ad un punto di arrivo predefinito.
Fortunatamente nel concetto di archivio risiedono anche esperienze piacevoli ed utili, quali per esempio ritrovare inaspettatamente cose ormai inimmaginabili che oggi non si hanno più e che si vorrebbero riavere.
In tale ottica l’archivio diventa il luogo amico dove si conserva la memoria storica delle cose che mantengono un valore nel tempo, ed il concetto negativo di “staticità” fa posto ad un concetto positivo di “stabilità”.
Nei riguardi dell’Associazione, che crede nell’“archivio” di argomenti riguardanti la Salute e vuole coltivarlo come lo strumento di lavoro più importante, si concretizza l’immagine di una organizzazione ben quadrata, che vuole operare su un obiettivo solido e di qualità elevatissima, quale quello enunciato e che non teme di misurarsi con i lunghi tempi necessari allo scopo.
Cosa archiviare?
Tutto ciò che in fatto di esperienze, studi e ricerche, dati, pratiche riguardanti la Salute abbia i seguenti requisiti:
che non venga conservato o archiviato normalmente da altri soggetti e che pertanto senza L’“archivio dell’Associazione rischierebbe di andare perduto;
che si sia dimostrato utile sul piano pratico-applicativo, sia che si tratti di un libro, oppure dell’esame di una problematica, di una esperienza positiva, o della memoria di una esperienza negati­va, che va archiviata perchè tutti sappiano che è un errore da non ripetere.
È compito dell’Associazione costruire un “archivio vivo. Un “archivio contenente dati che vanno elaborati e che si differenzia quindi da un “archivio morto, contenente dati in forma statica.
L’“archivio della nostra Associazione sarà vivo in quanto aggiornato, suscettibile di ulteriore accrescimento sia qualitativo che quantitativo e come detto, avrà una utilità pratica e applicativa. Il nostro concetto di “archivio inoltre, non vuole solo contenere l’aspetto della raccolta dati, ma anche un aspetto dinamico di crescita e di aggiunta continua di valore, poiché il suo scopo non è semplicemente quello di sistemare esperienze in scaffali o file, ma anche quello di fare valutazioni, privilegiare alcune esperienze piuttosto che altre, dando priorità e spazio a quelle che hanno la capacità di creare interesse nel maggior numero di Soci.
Poiché un archivio ha un senso e uno scopo nella misura in cui viene consultato, l’attività dominante dell’Associazione, oltre che nella creazione dell’“archivio”, consisterà nello stimolare la necessi­tà di consultarlo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi