La peste curata con l’omeopatia!

QUADERNI   DI    ARCHIVIO   SALUTE N° 5 OTTOBRE 94
Notizie   Flash

La peste curata con l'omeopatia!

Una notizia certamente inaspettata è stata trasmessa pochi giorni fa dal Telegiornale RAI: in India si sta verificando un assalto alle farmacie da parte di una folla che cerca di procurarsi antibiotici e prodotti omeopatici contro la peste.
In questi giorni i mass media si stanno occupando moltissimo della tragedia che ha colpito l'India, ma questo particolare fatto è stato annunciato su un solo mezzo, una volta soltanto. Poi è calato il silenzio.
E' calato il silenzio su una notizia che avrebbe invece dovuto scoppiare come una bomba, scuotere dalle fondamenta il sistema sanitario, risvegliare i medici e la gente dal loro letargo, aprire interrogativi, avviare dibattiti e ricerche.
Perché è calato questo silenzio?
Dare risalto a questa notizia significherebbe se non altro prendere in considerazione l'ipotesi che quelle pillolette definite nient'altro che zuccherini possano nientedimeno che curare una delle peggiori piaghe che abbiano mai afflitto l'umanità. Che possano competere con gli antibiotici, la grande scoperta della medicina moderna. Che forse da questa competizione possano addirittura uscire vincenti, visto che è di ieri la notizia (apparsa fra l'altro su Newsweek) che gli antibiotici dopo solo cinquant'anni hanno perso la loro efficacia, mentre da due secoli i prodotti omeopatici mantengono intatta la loro.
Concedere spazio a questa notizia significherebbe dare eco econsistenza a una problematica che pone drammaticamente a confronto due medicine: quella moderna, invasiva, portatrice di effetti collaterali, attenta al sintomo e non alla malattia in rapporto all'uomo che ne è colpito, e quella tradizionale, come l'omeopatia, che rispetta l'integrità dell'uomo, che ne rafforza le difese e lo sostiene nella sua ricerca della salute, che è attenta alle cause che producono la malattia e non solo ai sintomi, che non produce effetti collaterali.
Non aspettiamoci dunque che sia data ulteriore risonanza a questa sporadica notizia che sembra essere uscita non per dovere d'informazione ma quasi per una distrazione, una smagliatura nel sistema di controllo che ha messo al bando l'omeopatia o ne parla più che altro per denigrarla. Dobbiamo renderci conto che la sopravvivenza dell'omeopatia è nelle nostre mani e dipende dal nostro impegno a sostenerla e diffonderla.
L.M.
Posted in Notizie Flash. RSS. Trackback.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi